Questo pomeriggio, 11 marzo, alle ore 18.30 a Milano, presso Laboratorio Formentini per l’Editoria 10, si terrà un incontro sulle residenze teatrali a cura di Teatro e Associazione Etre.

L’esperienza delle Residenze è stata uno dei rari elementi innovativi del panorama teatrale italiano di questi anni, con decine di esperienze in diverse Regoioni d’Italia e il riconoscimento ministeriale a partire dal 2014. Nel loro percorso le residenze teatrali hanno sperimentato diversi modelli e forme organizzative. Per la sua ricchezza, articolazione e modalità di sviluppo, le residenze lombarde che hanno dato vita a Etre rappresentano un’esperienza dalla quale non si può prescindere, se si vuole pensare allo sviluppo di una progettualità che voglia coniugare gli obiettivi artistici al rapporto con il territorio, nelle sue varie modalità. A dieci anni dalla fondazione, Associazione Etre ha deciso di invitare le sue Residenze a raccontarsi, a narrare l’esperienza di uscire dal teatro e interpretare i bisogni dei territori dialogando con i cittadini e le comunità, per tentare un incontro attraverso lo spettacolo dal vivo. In occasione della pubblicazione del libro Il territorio in scena. Dieci anni di Residenze Etre, in uscita in questi giorni da Franco Angeli all’interno della collana Lo spettacolo dal vivo, per una cultura dell’innovazione , l’Associazione Ateatro e Etre organizzano un incontro per riflettere sul ruolo delle Residenze teatrali come punto di equilibrio tra territorio e compagnie.

Interverranno i curatori del volume Stefano Laffi e Andrea Maulini, che approfondiranno i contenuti del libro, dal punto di vista sia narrativo sia statistico, Mimma Gallina e Oliviero Ponte di Pino, curatori della collana Lo spettacolo dal vivo, l’onorevole Roberto Rampi, i rappresentanti di Fondazione Cariplo e le residenze lombarde.

Ingresso gratuito, segue aperitivo