chi sono

 

Sono in eterno conflitto tra coltivare passioni, la fotografia in primis, e il guadagnarmi da vivere, così mi occupo di comunicazione e management culturale. Freelance dal 2012, ho attraversato svariati ambiti disciplinari, e vissuto in diverse città sviluppando una vocazione al nomadismo. Da organizzatrice culturale ho ricoperto molteplici incarichi, maturando via via un profilo eclettico e un’inclinazione a entusiasmarmi per ogni nuova avventura professionale.

A lungo militante nell’area off del teatro contemporaneo italiano, sono stata direttrice e responsabile del patrimonio artistico e monumentale del Cimitero Acattolico di Roma. Ho lavorato per rassegne musicali e festival di video-teatro, co-gestito un rifugio di montagna organizzando incontri, laboratori artistici e di scrittura; ho organizzato feste tradizionali cittadine legate ai territori di quartiere. Ho fondato il collettivo Scenafutura, coordinando presentazioni di libri e workshop letterari. Attualmente collaboro con alcune realtà letterarie-editoriali.

Un criterio più di altri mi spinge ad accettare o meno una proposta di lavoro: la mia adesione al progetto, la possibilità di imparare qualcosa, o quella di divertirmi. E’ a partire da questo principio che valuto eventuali collaborazioni, e una volta che ho detto sì…siete in una botte di ferro!

Cosa so fare: qui le mie abilità/skills


Management per il teatro e le arti performative
Management_Teatro
In teatro il lavoro standardizzato non esiste. Non si può dire “questa cosa non è di mia competenza”! Occorre essere multi-tasking, saper coprire più di un ruolo e non importa se la struttura è piccola o grande, questa regola vale ovunque. E’ così che da amministratrice di compagnia, come riportato dal vecchio libretto Enpals, mi sono occupata di pratiche Siae, contratti con le compagnie ospiti ma anche di direzione di scena e di tour management, e di molte altre cose.  Le esperienze più significative? Sicuramente seguire la complessa produzione dell’Oresteadella Societas Raffaello Sanzio, il coordinamento del Santarcangelo Festival per Sarajevo e la lunga collaborazione con il Teatro dell’Orologio di Roma, gestione Mario Moretti. Ovvero: tour manager con i musical AmeriKa e Che Guevara; promozione pubblico e rapporti con le Scuole; definizione del cartellone e accoglienza compagnie ospiti; curatrice dei seminari e responsabile gestione delle tre sale del teatro. L’elenco delle mansioni e compiti è ben più lungo. Ve lo racconterò a parte.


Comunicazione e promozione editoriale
comunicazione_editoriale…E quando un nuovo romanzo esce in libreria, cosa fa l’autore per promuovere la sua fatica letteraria? Attende che sia la sua casa editrice a fare pubblicità al suo libro? Meglio non adagiarsi su questa convinzione, meglio attivarsi in prima persona (di concerto con i propri editori, certo)  se si vogliono ottenere dei risultati. Tanto più vale nel caso del self-publishing. Con l’attività di accompagno, o forse sarebbe meglio dire di supporto, si costruisce insieme un piano di azione partendo dai contenuti del libro: dalla presentazione sui giornali alla partecipazione a Premi Letterari; dalla promozione  diretta attraverso incontri e presentazioni nelle librerie (e non solo) alla presenza in rete attraverso il proprio profilo social. E’ quanto accade con lo scrittore Michele Marziani che seguo da alcuni anni e con cui si immaginano percorsi e strategie promozionali su misura, nel rispetto dei tempi,  delle possibilità e delle esigenze dell’autore. L’editing? Per quello ci sono le agenzie letterarie.


Progetti per il territorio
progetti_territorioL’Italia cosiddetta minore, quella dei piccoli borghi o dei quartieri cittadini e delle contrade, è sempre in fermento, alla ricerca di visibilità e capacità di attrattiva culturale. Nel definire programmi e manifestazioni site-specific, che valorizzino le bellezze ambientali, paesaggistiche, culturali e storico-archeologiche, è importante la progettazione e il coordinamento organizzativo per la buona riuscita dell’evento. Di questa attività, che implica numerose competenze e abbraccia relazioni con tutti i soggetti coinvolti, posso testimoniare con l’edizione 2013 della Festa del Borgo S. Andrea a Rimini, una festa eno-gastronomica di quartiere coniugata con grandi figure letterarie, in quell’occasione quella di Fabio Tombari.


Sviluppo contenuti per il web & Social Media
contenuti_webQualunque sia l’attività svolta, come si fa a fare a meno della divulgazione digitale per farsi conoscere? E come distinguersi con una comunicazione efficace e innovativa?  Dove il segreto è saper trasformare ciò che fate in qualcosa da raccontare e diffondere in rete.  E’ quanto sto sperimentando direttamente con la promozione di me stessa su queste pagine. Il mio approccio al web è avvenuto in realtà da tempo, con lo studio del sito per il Cimitero Acattolico nel 2003, e del Teatro dell’Orologio nel 2010, fino alla progettazione in autonomia del blog del rifugio Casa Ponte nella gestione dell’ass. Albertarelli (non più attivo). Attualmente gestisco numerosi profili sui social con una discreta condivisione da parte di chi visita le pagine.


Tutor attività di formazione
tutor_formazioneLa formazione, non c’è termine più abusato e inflazionato. Nella costellazione di enti, scuole e accademie che compongono l’offerta formativa artistica, orientarsi non è semplice. Ma anche progettare corsi e laboratori richiede una pianificazione accorta e una certa elasticità nell’inventare workshop inconsueti e percorsi formativi poco battuti.

Assicurare infine ai partecipanti la presenza costante di un referente che offra consigli, indicazioni e supporto non è un aspetto da sottovalutare. E’ quanto mi è successo nel 2011 con il corso di reading condotto da Stefano Benni al Teatro dell’Orologio di Roma, e in misura maggiore con i laboratori di scrittura tenuti tra il 2014/16 da Michele Marziani presso la sua abitazione, dove si è formata una piccola e affiatata comunità di cui ho tenuto le fila.


 

Dove ho messo lo zampino. Cose random dal mio passato di organizzatrice errante

 

 


Cosa faccio adesso

Beh, avrete capito che non sto mai ferma. Infatti ho aderito al progetto dei Nomadi Digitali, un modo come un altro per sentirsi “a casa” e di condividere l’esperienza del lavoro svolto in autonomia. Attualmente sto seguendo queste cose:

Promozione nuovo romanzo dello scrittore Michele Marziani
Comunicazione e gestione contenuti sito  Libra Casentino Book Festival
Monitoraggio Premi Letterari a cui concorrere per Antonio Tombolini Editore
Organizzazione workshop e presentazioni di libri per l’associazione Scenafutura

E’ in preparazione un portale tematico di prossimo lancio sul web di cui farò parte come redattrice